Il peso ideale

Il peso ideale

L’alimentazione equilibrata

Riprendiamo alcuni concetti importanti

Miei cari amici, dopo più di un mese riprendiamo a scrivere gli articoli sul blog che riguardano come riuscire a raggiungere il nostro peso ideale.

Infatti a causa di un brutto incidente che ha visto coinvolto il Dr. Euplio Rascunà, nostro malgrado, abbiamo fermato la nostra attività su internet.

Finalmente da qualche giorno, ringraziando Dio, tutto è rientrato nella norma e quindi ci ripresentiamo ai lettori del blog con nuovi articoli dando delle informazioni utili e precise, come del resto abbiamo sempre fatto.

Bene…

Rimettiamoci a lavoro!

Calcolo del peso ideale

Se ti ricordi, nei primissimi post di questo blog abbiamo già parlato di questo argomento, ma è bene, riprendere alcuni concetti prima di continuare.

La formula per calcolare il peso ideale di una donna, si ottiene moltiplicando l’altezza per se stessa e il risultato che si ottiene si moltiplica per 20: questo è il peso ideale di una ragazza di 20 anni.

Rientrano comunque nella normalità le variazioni di peso che vanno dai 3 ai 5 Kg in relazione all’età e alla cotituzione fisica individuale.

Se vuoi avere notizie più dettagliate sulle diete ipocaloriche, allora ti consiglio di leggere questo articolo che è scritto sul blog: Perdere una taglia a settimana

Facciamo un esempio:

Calcolo del peso ideale

Ammettiamo che una ragazza sia alta 1,70, quindi il calcolo è il seguente:

1,70 x 1,70 = 2,89 x 20 = 57,8, pertanto il peso ideale di questa ragazza è di 58 Kg

Calcolo del metabolismo basale

Per calcolare invece il metabolismo basale di una donna si moltiplica il peso ideale per 19,2. Quindi ritornando all’esempio di prima, si moltiplica 58 x 19,2 = 1113,6.

Pertanto il metabolismo basale di questa ipotetica ragazza è di 1036, che sono quindi le calorie di cui ha bisogno in situazioni di riposo assoluto, per mantenere le funzioni vitali del corpo.

Da ciò si capisce benissimo che le diete troppo restrittive, cioè quelle che scendono al di sotto delle 1000 calorie al giorno, sono pericolose, in quanto scendono sotto le effettive necessità del metabolismo basale.

Calcolo del metabolismo funzionale

Dopo avere trovato il valore del metabolismo basale individuale, bisogna calcolare il valore del metabolismo funzionale, ma per fare questo bisogna trovare il coefficiente che corrisponde al tipo di attività fisica che ciascuno di noi fa durante il giorno e cioè:

Sedentario: chi non fa alcuna attività fisica, usa i mezzi pubblici, l’auto o il motorino, sale sempre in ascensore. Il cosiddetto soggetto PIGRONEEEE!!!| Il coefficiente di attività fisica è 1,4

Medio: chi cammina a piedi in città, usa in modo saltuario la bicicletta, va in palestra 1 o al masimo 2 volte la settimana. Il coefficiente di attività fisica è 1,7

Intenso: chi fa lavori pesanti o ch si allena regolarmente in palestra. Il coefficiente di attività fisica è 1,9

Quindi a questo punto basta moltiplicare il numero che si è ottenuto come valore del metabolismo basale per il coefficiente dell’attività fisica per ottenere il valore il metabolismo funzionale.

Ritornando al nostro esempio, presupponendo che la nostra ragazza faccia un’attività fisica media, il calcolo da effettuare è il seguente:

1113,6 x 1,7 = 1893,12.

La cifra che si è ottenuta è quindi il valore del metabolismo funzionale, cioè le calorie che servono giornalmente alla ragazza dell’esempio per mantenere il suo peso.

Se questa ragazza quindi vuole dimagrire, è sufficiente mantenersi al di sotto di queto valore (1893,12),  e seguire delle diete che ne prevedano meno.

Ricordati che anche togliendo solo 100 calorie al giorno va bene, in circa un anno la ragazza del nostro esempio perderebbe 5 Kg con un sacrifico pari a zero.

Se invece vengono tolte 500 calorie al giorno, in un mese l’amica del nostro esempio perderebbe circa 2 kg, ciò sarebbe anche perfetto, in quanto è la diminuzione ideale di peso, cioè quella più difficile da recuperare.

Se vuoi avere notizie più dettagliate sulle diete ipocaloriche, allora ti consiglio di leggere questo articolo che è scritto sul blog: Perdere una taglia a settimana

Vediamo ora come calcolare per l’uomo  questi valori

Calcolo del Peso ideale

Moltiplicare l’altezza per se stessa e poi per 25, quindi ad esempio per un uomo alto 1,80 si procede nel seguente modo: 1,80 x 1,80 = 3,24 x 25 = 81

Metabolismo basale

Moltiplicare il peso ideale per 21,6, quindi tornando al nostro esempio: 81 x 21,6 = 1749,6 (arrotondato a 1750)

Metabolismo funzionale

Anche per l’uomo si ottiene moltiplicando il metabolismo basale per il coefficiente di attività fisica, che è uguale a quello delle donne, quindi nel nostro esempio, se l’uomo fa un’attività fisica di tipo medio, il risultato sarà: 1750 x 1,7 = 2975.

Anche in questo caso la cifra 2975 corrisponde alle calorie necessarie per mantenere costante il peso, al di sotto si dimagrisce, mentre al di sopra si ingrassa.

Se vuoi avere notizie più dettagliate sulle diete ipocaloriche, allora ti consiglio di leggere questo articolo che è scritto sul blog: Perdere una taglia a settimana

Bene per questo articolo è tutto

Ti auguro una serena e felice giornata

ImmagineRosy

P.S. 1: iscriviti gratuitamente alla Newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità, le promozioni, gli sconti e i bonus che riceverai direttamente nella tua casella di posta. Qualora non dovessi ricevere le email in modo costante controlla nella casella dello “Spam”

P.S. 2: Soffri di varici? E allora…leggi la pagina di presentazione per avere maggiori informazioni sul Protocollo Terapeutico prevenzione e cura delle varici e delle gambe stanche 

P.S. 3: sei benvenuto/a a lasciare un commento/domanda nel Form che trovi alla fine dell’articolo oppure scrivimi a questo indirizzo di posta: ilpesoideale@gmail.com

P.S. 4: puoi liberamente consigliare di leggere questo articolo a quelle persone che tu pensi possano essere interessate a questo argomento